Manutenzione scaldabagno: come svuotare e pulire la serpentina

Ultimo aggiornamento: 29 Gennaio 2021

Lo scaldabagno elettrico è un elettrodomestico indispensabile per ottenere acqua calda per le nostre docce o per lavare i piatti. Come noto si tratta di un grande serbatoio pieno d’acqua che viene scaldata tramite una serpentina elettrica che porta la temperatura al livello desiderato. 

Il nemico principale di questo importante apparecchio è il calcare. Il calcare si forma come conseguenza del riscaldamento dell’acqua e, alla lunga, causa malfunzionamenti e rotture. Il principale problema determinato dalla presenza del calcare è una riduzione dell’efficienza del boiler: uno scaldabagno pieno di calcare avrà bisogno di più tempo e di più energia per raggiungere la temperatura desiderata. Non finisce qui: un livello importante di calcare può danneggiare e rendere inservibili i due principali componenti presenti all’interno del boiler: la serpentina e il termostato. Per impedire il verificarsi di questo tipo di problemi è fondamentale svolgere una regolare manutenzione dello scaldabagno elettrico che, in una città come Roma dove l’acqua è ricca di calcio, deve avvenire con maggiore frequenza rispetto a altre zone del nostro paese.

Prestando la dovuta attenzione è possibile svolgere una corretta manutenzione in modalità fai-da-te. Se invece pensi di aver già letto abbastanza e di non volerne sentire parlare la cosa migliore da fare è affidarti a un professionista serio: scegli un idraulico a Roma! Se non ne hai uno di fiducia noi della Ditta Borsetti saremo felici di aiutarti a risolvere il tuo problema.

Primo step: come svuotare lo scaldabagno

Per poter intervenire la prima cosa da fare e togliere l’acqua presente nello scaldabagno. Ecco gli step per portare a termine questo passaggio:

  1. Chiudete l’acqua dall’interrettore generale. Altrimenti l’acqua continuerà a caricare lo scaldabagno.
  2. Spegnete il boiler e staccate la corrente dall’interruttore generale. Questo passaggio è importantissimo. Non è possibile operare sul boiler con la corrente attaccata: si rischia grosso.
  3. Aprite i rubinetti dell’acqua calda e scaricate tutta l’acqua

Secondo step: smontaggio o sostituizione della resistenza

Una volta che lo scaldabagno è vuoto è possibile svitare la flangia per aprire il boiler. Consigliamo di mettere un recipiente sotto il foro perché un po’ d’acqua cadrà comunque.

A questo punto sarà possibile scollegare i fili che uniscono la resistenza al termostato e smontare la serpentina dal boiler. Per capire se basta la pulizia o è necessaria una sostituzione bisogna osservare il pezzo: se il calcare lo ha ricoperto in maniera irreversibile bisognerà cambiare la serpentina del boiler, altrimenti sarà sufficiente pulirlo con un buon prodotto anticalcare. Discorso analogo vale per il termostato che, spesso, viene sostituito assieme alla serpentina con cui fa coppia.

Una volta sostituiti o puliti questi due pezzi e rimosso i principali residui di calcare dall’interno del boiler sarà possibile richiudere tutto, riattaccare elettricità e acqua e provare a far funzionare nuovamente il nostro amato scaldabagno che continuerà a fornirci acqua calda ancora per un bel po’.

Manutenzione scaldabagno: come svuotare e pulire la serpentina