Come sturare il wc

Ultimo aggiornamento: 18 Settembre 2020

Ritrovarsi un water intasato è una vera sciagura che non auguriamo a nessuno. Si tratta di un danno grave che va risolto con massima urgenza, soprattutto quando riguarda l’unico bagno dell’appartamento. Se ti trovi in questa spiacevole circostanza ti starai sicuramente chiedendo come sturare il wc. Devo dirtelo da subito: non si tratta di un’operazione semplice e se hai deciso di fare da te non è detto che riesca. In alcuni casi, poi, i rimedi fai da te possono peggiorare il danno o rivelarsi addirittura pericolosi. Esistono dei prodotti per sturare il wc, si dividono principalmente in due categorie: prodotti chimici per sturare wc (in rete si trovano pagine che parlano di acido muriatico, di bicarbonato o di prodotti enzimatici) oppure prodotti “meccanici” come la classica ventosa. Puoi fare sicuramente dei tentativi ma prima di avventurarti è bene che tu sappia che se non dovesse funzionare l’unica soluzione possibile sarà quella di chiamare un idraulico e far risolvere il guasto a un professionista. Andiamo per ordine.

Il tentativo meno invasivo e più semplice che vale la pena di tentare è quello di avvalersi della classica ventosa o sturalavandini. Procurati un oggetto valido, con una gomma robusta e un manico solido e prova a applicarlo sullo scarico diverse volte. Se vedi che la situazione migliora vale la pena insistere un po’. Il rischio è abbastanza evidente: utilizzando male la ventosa potresti peggiorare la situazione del blocco arrivare a un’occlusione completa. Occhio!

Passando al mondo dei prodotti pensati apposta per sturare un wc intasato la prima scelta è quella di provare con un prodotto enzimatico, che si trova al ferramenta o in un negozio di idraulica. Questo tipo di prodotto è sicuro per te e per l’ambiente e funziona provocando una liquefazione del “tappo” che ostruisce lo scarico. Questo tappo, però, deve essere composto da materiale organico. Se l’ostruzione è causata da altro non servirà a niente.

C’è poi tutto un filone dedicato a prodotti chimici più invasivi come la soda caustica, l’acido muriatico o specifici prodotti pensati per disgorgare un wc. Il nostro consiglio è semplice e tassativo: lascia perdere. Sono prodotti pericolosi devono essere utilizzati, se davvero servono, da un vero professionista. Abbiamo sentito spesso di persone che si sono ferite anche gravemente per aver utilizzato materiali che non conoscevano e per cui non avevano l’esperienza necessaria. Se sei arrivato al punto di pensare di usare, ad esempio, la soda caustica vuol dire, probabilmente, che è giunto il momento di far intervenire un idraulico competente.

Come sturare il wc